Viaggio alla scoperta della fotografia d’interni …

La fotografia è un arte affascinante e misteriosa, fatta di mille sfumature.

Ho sempre visto il fotografo come un artista, un animo dotato di sensibilità superiore, che interpreta la realtà attraverso le immagini, raccontando qualcosa senza dover usare parole. Scrivendo, descrivendo, raccontando, semplicemente “con la luce” (dal greco antico φῶςphôs, luce e γραφήgraphè, scrittura o disegno).

La fotografia è fatta di regole, ma anche di istinto, è come un ballo. Puoi conoscere tutti i passi e le figure, ma quando la musica parte ti devi muovere senza pensare. D’istinto.

Era da tempo che cercavo un corso per avvicinarmi a questa splendida arte, e ho scelto di cominciare da qui. Sono appena tornata dal Workshop di fotografia d’interni di Karisma Home Staging, e non posso non raccontarvi com’è andata.

Come sempre, a rendere indimenticabile un’avventura sono i protagonisti, ed eccoli qui i miei compagni di viaggio (li descrivo in modo scherzoso ovviamente):

Emanuel De Marco, il MOTIVATORE – l’agente immobiliare che tutti gli Home Stager vorrebbero! Riuscirà il nostro eroe a portare l’Home Staging in terra veneta?

Giancarlo Baccichet, il CONTESTATORE – simpaticissimo agente immobiliare di Milano – ha fatto più domande lui che tutto il resto del gruppo.

Claudia Terzaghi, giovane e spumeggiante INTERIOR DESIGNER, autrice di un originalissimo Blog sul legame tra Design e Mass Media.

Francesca Poggi, elegante e delicata HOME STAGER piacentina che ha deciso di smettere di litigare con la sua nuovissima reflex!

Al grido di “Dite addio alla modalità automatica”, Alex il Fotografo ha guidato la truppa alla scoperta del magico mondo della fotografia, sotto la costante e attenta supervisione di Marta Nannetti (Architetto, Home stager e Stylist – Karisma Home Staging – una persona squisita) e di Francesco Biasi (anche lui parte dello staff Karisma Home Staging), che ha seguito il corso anche come “studente”.

Il corso, ideato e curato da Marta Nannetti e Caterina Picasso, si è svolto presso la sede di Karisma a Milano, nel loro bellissimo showroom allestito per questa ed altre occasioni di approfondimento.

Grazie alla gentilezza e all’accoglienza di Marta e Francesco, in Karisma ci si sente a casa. Stare tutti intorno ad un bellissimo tavolo di legno,poi, ha reso l’atmosfera tranquilla e informale, mettendo tutti a proprio agio. Un continuo confronto tra allievi e insegnante che si è rivelato molto stimolante.

Il corso dura 2 giorni, brevi ma intensi. Devo ammettere che è passato un po’ di tempo dall’ultima lezione all’università e stare attenti per quasi 9 ore filate non è stato come qualche anno fa (il mio cervello era decisamente fuori allenamento, faceva uno strano rumore: rat-ta-ta-ta, rat-ta-ta-ta – e stavolta non era la musichetta di Real Time), ma quando segui qualcosa che ti appassiona le ore scorrono via velocissime. Senza contare che la compagnia rende tutto piacevolissimo…e poi c’è sempre Francesco che ti offre un bel caffè! Carinissima anche l’idea di pranzare tutti insieme in sede (tutto organizzato da Karisma), molto apprezzata!!!

Dopo alcuni brevi cenni storici sulla nascita della fotografia, la prima parte del corso (la prima giornata) si è concentrata chiaramente sulla teoria, in modo da darci gli strumenti per poter fare i primi scatti. Dall’analisi della reflex alle sue funzioni, dalla luce all’esposizione, dal tempo di scatto al diaframma, dalle ottiche alla profondità di campo, al termine della prima giornata avevamo già un’infarinatura sufficiente per sbizzarrirci in alcuni esperimenti (e più nessuna scusa per non usare la modalità manuale della fotocamera!).

La seconda giornata invece, dopo un breve riassunto ed una serie di ulteriori spunti teorici (in particolare sull’uso del flash… questo sconosciuto) abbiamo cominciato a scattare… si salvi chi può ! Lo showroom si è trasformato in una specie di set con tutti che andavano in giro con i cavalletti a cercare la migliore angolazione, la giusta esposizione, l’inquadratura migliore… esercizi, confronti, prove, discussioni. Una giornata divertente e stimolante, al termine della quale è stato possibile già notare la differenza con gli scatti realizzati il giorno prima (incredibile!).

Chiaramente non riassumerò qui l’intero corso (il programma dettagliato lo potete trovare sul sito Karisma: programma corsi), che è ricco di contenuti e di spunti di riflessione. Il tempo a disposizione forse è addirittura poco per affrontare tutti i temi e dedicarsi anche alla pratica. Quello che resta (e che è più difficile trasmettervi) è un insieme di sensazioni, emozioni, riflessioni, momenti, impressi nella mente come la luce sul sensore interno della fotocamera. Ricordi che si susseguono come scatti, a descrivere un’esperienza che va al di là di un semplice corso di fotografia.

Sono tornata a casa contentissima, per tutto ciò che è stato. Il corso, i suoi contenuti, gli spunti, tutto ciò che ho imparato e condiviso con persone di diversa provenienza professionale ma con simili passioni e interessi. L’unica delusione è stata la mia macchina fotografica! Guardate la differenza tra gli scatti fatti con la mia – a sinistra – e quelli fatti con la reflex di Francesco):

Un abbraccio formato RAW a tutti i miei compagni di viaggio … alla prossima avventura!

 

I commenti sono chiusi.