La rivincita della CARTA DA PARATI

Dico “carta da parati” e penso a quando ero piccola. Chi non ha avuto la carta da parati alle pareti?

Negli anni ‘70 e ‘80 ci fu un vero e proprio boom, erano in tutte le case… non erano bellissime, diciamo la verità. Soprattutto dopo un po’ di anni, quando iniziavano a staccarsi dal muro, ad ingiallire, ecc…

Per un bel po’ nessuno le ha più usate, soppiantate da soluzioni più pratiche e durature, ma ora che il vintage va tanto di moda, si sono svecchiate…. e sono stupende !!! Guardate qui:

Innanzitutto, si sono rinnovate nelle tecnologie e nei materiali, più duraturi e più semplici da gestire: ce ne sono diversi, tra cui il vinile o la più pregiata fibra di vetro.

Di diversa grammatura e tipologia, esistono carte fono-assorbenti, coibentanti, ignifughe, lavabili con alcool puro, antigraffio ed antipolvere, sdoppiabili…direi che per la scelta è sempre meglio affidarsi ad una persona competente, così come per la posa. Anche se esistono delle carte autoadesive per gli amanti del fai-da-te, infatti, credo sia sempre meglio affidarsi a personale specializzato, soprattutto laddove si scelgano decorazioni complesse.

Non ingialliscono più, sono lavabili, impermeabili, ecologiche (sicuramente di più di alcuni tipi di vernici) e anallergiche.

Si adattano oggi anche a luoghi umidi come bagni e cucine, nascondono le irregolarità delle pareti (per cui possono essere un’ottima soluzione in caso di ristrutturazioni), durano a lungo (se di buona qualità) e non obbligano a ridipingere le pareti.

In quanto alle possibilità di scelta, poi, ce n’è per tutti i gusti: linee classiche, stile inglese, design, forme geometriche, tinta unita, decorazioni per i più piccoli, carte lisce, in rilievo, addirittura in 3D…. ovviamente esistono collezioni prodotte in serie, quindi più economiche, e collezioni più pregiate e dunque anche molto costose.

C’è da dire che, rispetto al passato, la carta da parati si usa più per valorizzare un angolo della stanza, una parete, la testata di un letto o una colonna. Si tende a non rivestire più l’intero ambiente, cosa secondo me preferibile, per non appesantire troppo l’atmosfera.

La carta da parati è in grado di dare carattere ad un ambiente, lo arreda, lo riscalda e si adatta a qualsiasi tipo di arredamento… in internet ci sono tantissime idee e ispirazioni per sbizzarrirsi e scegliere il proprio stile ! Non c’è che l’imbarazzo della scelta !

 

I commenti sono chiusi.