Claudia Brachini, l’interior designer con la bacchetta magica

Claudia Brachini home personal shopperEccoci alla seconda intervista dedicata agli HPS Official Angels!

Stavolta tocca a , interior designer torinese.

Io e Claudia ci siamo conosciute virtualmente su un gruppo su Facebook dedicato all’Home Staging e abbiamo già “collaborato”: qualche tempo fa dedicai un post ad una sua ristrutturazione (come trasformare la taverna in una spa casalinga). E siamo apparse anche insieme sulla rivista Home lo scorso febbraio!

Sono felice di presentarvela con questa breve intervista.

INTERVISTA A CLAUDIA BRACHINI

Ciao Claudia, innanzitutto grazie per aver aderito al network HPS Official Angels. E’ un onore avere professionisti come te a bordo! Sono curiosa di sapere come ti sei avvicinata all’home shopping. So che non è la tua attività principale, quindi descrivici cosa fai e come l’hai integrata nel tuo portfolio di servizi.

“Felicissima di farne parte!
Mi occupo di arredamento e interior design dal ’97. Seguo i miei clienti dalla progettazione degli interni alla scelta dei materiali di rivestimento, fino alla vendita dell’arredamento e di tutti i complementi.
Un giorno, un agente immobiliare mi chiama e mi fa questa richiesta: “un cliente vorrebbe arredare una casa per l’affitto con un budget di 6000€ “. Generalmente mi occupo di arredamento medio-alto e questa richiesta mi sembrava impossibile. Poi… si è accesa una lampadina; occuparmi personalmente di tutto il progetto, dai colori ai complementi, proponendo arredi Ikea… in veste di Home Personal Shopper! Per completare l’appartamento ho acquistato per conto del cliente anche la lavatrice, la tv, le luci, le stoviglie… ed ho seguito il montaggio, il decoratore, l’idraulico. Insomma…. tutto!”

Home Personal shopper

HPS Official Angel vuole essere un luogo virtuale di scambio, di relazione e di condivisione tra professionisti dello stesso settore. Credi possa aiutare a diffondere la figura dell’Home Shopper?

Assolutamente si! Credo nella rete, nello scambio di idee, di soluzioni, nella collaborazione anche a distanza tra professionisti. È il futuro, anzi… il presente! Tutte le esperienze possono essere raccontate e diventare utili ad altri colleghi. Un privato può cogliere un’idea da un professionista lontano dalla sua città e richiedere di metterla in pratica all’Home Shopper della sua zona!

Perché pensi che in Italia non sia ancora decollata?

Fino a ieri mancava il tuo HPS network!
Forse perché in Italia c’è una mentalità conservatrice ma, credimi, sono al contatto con il pubblico da 16 anni; chi oggi si rivolge ad un Interior Designer o ad un architetto d’interni anche solo per piccoli consigli, aumenta di giorno in giorno ed il pubblico è molto vario.

Io penso che senza esperienza nel settore arredamento sia difficile occuparsi di home shopping. Quali pensi debbano essere i requisiti per poter diventare home personal shopper?

E’ inutile improvvisarsi; serve esperienza per dare dei consigli e proporre soluzioni… come in qualsiasi settore.
Questo è un mestiere che ne racchiude molti altri! Bisogna saper progettare, conoscere molto bene il mobile sia dal punto di vista tecnico, sia stilistico. Poi l’illuminazione, il mondo dei tessuti e dei rivestimenti. E’ fondamentale conoscere il mercato, le aziende produttrici, i materiali.
Consiglio di partire proprio dall’arredamento avendo già delle basi di progettazione e… molto, molto gusto!
Il network può servire a mettere in contatto chi inizia con chi ha più esperienza, per creare delle collaborazioni e crescere insieme.

L’Home Personal shopper per Claudia è…

Lo strumento per seguire il cliente in TUTTE le fasi dell’arredamento!

Home Personal Shopper

Ti ringrazio tantissimo per aver risposto alle mie domande e ti do il benvenuto ufficiale tra gli HPS OFFICIAL ANGELS.

La scheda di Claudia Brachini, HPS Official Angel.

4 thoughts on “Claudia Brachini, l’interior designer con la bacchetta magica

  1. Cinzia, mi hai letto nel pensiero!! Oggi è importante rendere accessibile le consulenze di interior design al più vasto pubblico possibile. La casa è un posto intimo, deve assomigliare a chi la abita, deve essere funzionale, comoda, originale!
    Il Personal Shopper è per me una figura libera, il cui scopo è trovare l’elemento giusto per il suo cliente!

  2. Certe frasi le terrò con me…sul serio!! si sente proprio la grande esperienza sia per l’esecuzione dei lavori, sia per il rapporto con i clienti e mi è Piaciuto quando hai raccolto la sfida “low budget”! così si fa!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *