A me l’albero di Natale ricorda…

Volevo scrivere un articolo sul “come decorare l’albero di Natale” e sono andata a cercare un po’ di ispirazione in rete… ho trovato decine e decine di pagine dedicate all’argomento, ma sapete che vi dico? Erano tutte uguali… come decorare l’albero, quali palline, quali colori vanno di moda, video, consigli e bla bla bla.

Già, bla bla bla. Per me non c’è una regola né una moda per fare l’albero di Natale, ognuno lo arricchisce di tutto ciò che ama. Non è il decoro shabby chic né la pallina di vetro prezioso che lo rende unico, ma  le sensazioni e le emozioni che accompagnano i momenti in cui lo si crea.

A me l’albero di Natale ricorda mia mamma. Che ha sempre fatto un albero bellissimo, elegante, addobbato con tutto l’amore con cui ha sempre curato la casa. In tinta con i colori dell’arredamento, ovviamente. Perfetto, come il suo soggiorno.

L’albero di Natale mi ricorda il profumo della cioccolata calda, perché mi piace farla mentre lo preparo. Si, il giorno dell’albero di Natale per me sa di cioccolata calda.

Mi ricorda le canzoni di Natale, che fanno (sempre) da sottofondo alla creazione del “capolavoro”… e mi ricorda il cappello da Babbo Natale rosso con le treccine bianche che mi metto quando lo faccio. Giuro, lo faccio ogni anno!!

Mi ricorda quando da piccola scoprii che Babbo Natale non esisteva, ma non ci rimasi male perché… “ero grande ormai”. Mi misi a cercare in tutti i posti  della casa, perché, pensai, “se Babbo Natale è papà, avrà nascosto da qualche parte i regali”! Cercai sotto al letto, nel baule della macchina, nel ripostiglio…finché li trovai… che rompiscatole !!

L’Albero di Natale mi ricorda Napoli, la mia vecchia casa, il presepe di mio nonno, la mia famiglia e le mangiate del cenone della vigilia. Quell’albero enorme che facevamo quando eravamo piccoli, pieno di palline colorate…

A me non piace l’albero colorato ad esempio. Per me l’albero diventa complemento d’arredo, colorato dei colori dell’arredamento, in linea con lo stile della casa. Con massimo due colori o sfumature di uno solo. Nel mio minuscolo appartamento (il mio castello!) l’albero è verde come i cuscini e gli accessori… con palline verdi e fiori bianchi e verdi.

Le luci sono rigorosamente bianche (mai colorate!) e si alternano con giochi lenti come una musica tranquilla. Non mi sono mai piaciuti quegli alberi con mille luci colorate che si alternano velocissime, mi fanno innervosire! Come faccio a rilassarmi in divano con una cosa così???

Per decorare l’albero di Natale, insomma, non esistono né regole né mode. L’unica regola da rispettare è farlo con le persone che si amano. Perché a farlo da soli non c’è gusto…

 

I commenti sono chiusi.